Si è svolto dal 9 al 15 marzo a Londra, il progetto di Mobilità Transnazionale Vetpro Competi – Competente Education Insertion n. 02645, organizzato da Scuola Centrale Formazione.
Si tratta di un programma di formazione nel quadro del Life Learning Programme, che ha visto l’incontro tra professionisti e insegnanti e che prevede la realizzazione di azioni costanti di valutazione e monitoraggio prima dopo e durante la mobilità.

Durante i giorni di mobilità i partecipanti hanno potuto conoscere e incontrare numerose realtà visitando prima Chatam e poi Londra.

Il percorso ha preso infatti avvio dal sud dell’Inghilterra in Kent a Medway, nelle città di Chatam, Strood e Rochester. Dal 10 al 12 marzo il gruppo ha incontrato vari enti attivi in questo territorio: l’organizzazione “Strood Community Project” che si occupa di inserimento occupazionale per le fasce più disagiate della società e offre corsi di formazione e vari servi di supporto alla persona (Food Bank, Centro d’ascolto, ecc…); la Chiesa “All Saint Community” che offre servizi alla comunità (corsi di informatica, dopo-scuola, centro di ascolto, assistenza per la popolazione Rom presente nel territorio); CVS Winfield Trust organizzazione che fornisce servizi per sostenere, promuovere e sviluppare azioni di volontariato locale; Medway Council consiglio creato nel 1998 che rappresenta l’autorità unitaria nella regione ed offre servizi in materia di formazione, occupazione, informazione, imprese, ecc…; Medway Youth Trust un ente che si occupa di inserimento occupazionale e scolastico dei giovani di età compresa tra 13 e i 20 anni.
Dal 13 al 15 marzo il gruppo ha visitato a Londra altre realtà attive nell’abito dell’inclusione sociale a cominciare dalla Fondazione Barka UK che si occupa di homeless di origine esteuropea e lavora in 14 quartieri di Londra; CESI Centro per l’inclusione economica e sociale ed infine Hibiscus che si occupa principalmente di donne straniere detenute o ex detenute.
L’esperienza ha offerto ai partecipati la possibilità di conoscere nuove realtà e “nuove pratiche”, mettendo in evidenza il ruolo centrale della formazione per il raggiungimento degli obiettivi personali e professionale della persona.